Come riconoscere un buon prosciutto: aspetto gustativo
16563
post-template-default,single,single-post,postid-16563,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,woocommerce-no-js,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,columns-4,qode-theme-ver-18.0.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Come riconoscere un buon prosciutto: aspetto gustativo

Dal punto di vista gustativo, la caratteristica fondamentale di un buon prosciutto è l’equilibrio tra dolcezza e sapidità. Il retrogusto che si avverte all’assaggio deve riportare all’olfatto l’aroma di stagionato della parte magra e il profumo dolce del grasso. Sentori di acido, amaro, di ferroso o aromi estranei come l’odore di chiuso, invece, sono considerati difetti.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.